tracollo viola al “Franchi” – Stanleybet News

E’ una vera e propria battuta d’arresto inaspettata quella della Fiorentina in casa contro l’Udinese. Nel recupero della 20^ giornata di campionato, la squadra di Italiano può sicuramente dire addio alle mire Champions League. Il secondo KO consecutivo, però, mette a rischio anche gli altri posti europei nella corsa con Roma e Lazio. Dopo la sconfitta di Salerno, infatti, Biraghi e compagni vengono travolti dall’Udinese per 0-4. Un risultato forse troppo ampio nei numeri ma in realtà ancora una volta gli errori difensivi sono stati fatali. Ottima gara dei friulani capaci di colpire in contropiede con un Deulofeu assolutamente protagonista per una stagione indimenticabile per lui. Lo spagnolo insieme a Walace, Pablo Marì e Udogie sigillano la vittoria mentre da sottolineare anche la prova di un super Silvestri che chiude la porta sui tentativi viola.

Primo tempo: si parte subito forte con la Fiorentina che sfiora il goal al 2′ ma Silvestri è reattivo sul tocco di Piatek. Poco dopo ancora il portiere ospite deve esaltarsi su Gonzalez abile a saltare sia Nuytinck che Udogie. Dai goal sbagliati a quello subito: al 12′ l’Udinese passa in vantaggio con il sinistro potente di Marì che batte un non perfetto Terracciano. Al 16′ arriva anche il primo giallo per fallo in ritardo di Nuytinck ai danni di Gonzalez. La Fiorentina risponde solo al 32′ con il colpo di testa di Martinez Quarta che non viene inquadrato verso la porta. Ancora una volta allora l’Udinese colpisce: al 36′ la difesa viola si addormenta e ne approfittano i bianconeri con Deulofeu che ribadisce in rete una corta respinta di Terracciano. Scossone per la squadra di Italiano che vuole rientrare in gara. Al 40′ ancora super Silvestri sulla girata di Piatek. Tre minuti dopo serve la deviazione di Udogie sul colpo di testa dell’attaccante polacco. Un minuto dopo Biraghi sfiora l’eurogoal con una botta potente di sinistro al volo. E’ un tiro a segno ed Odriozola si divora il goal da pochi passi cercando un inutile colpo di tacco. Al 46′ l’ultima emozione è il colpo di testa debole di Sottil.

Secondo tempo: mister Italiano ha visto la squadra in crescita ma decide di cambiare tutto. Restano negli spogliatoi Piatek, Bonaventura e Milenkovic, per Cabral, Maleh e Igor. Tre cambi, uno per reparto. I frutti si vedono subito con l’azione personale di Sottil che conclude sul secondo palo mancando la porta di pochissimo. Al 51′ ancora l’intervento d’istinto di Silvestri nega il goal su girata di Biraghi. Un minuto dopo Deulofeu, in contropiede, cerca il tris per chiudere la gara ma Terracciano blocca a terra. Tra il 56′ ed il 58′ tre occasioni per i viola: prima il colpo di testa di Quarta su calcio d’angolo finisce fuori. Poco dopo botta di Maleh potente ma centrale che viene respinta in angolo. Dal tiro dalla bandierina, spizzata di testa di Cabral che ha poca fortuna. Al 59′ si prende il giallo anche Torreira mentre mister Cioffi inserisce Jajalo per Arslan. A venti minuti dalla fine mister Italiano conclude i cambi: dentro Callejon e Ikoné per Sottil e Duncan. La viola sembra non avercene più e ne approfitta l’Udinese. Al 76′ Terracciano respinge il tiro di Molina in angolo. Sul tiro dalla bandierina, stacca Becao che manda a lato. All’82’ ci pensa il palo a fermare il colpo di testa di Udogie e a salvare la Fiorentina. E’ un tiro al bersaglio della porta viola. All’87’ Molina anticipa Terracciano ma mette a lato. Due minuti dopo contropiede di Deulofeu che salta anche il portiere ma calcia sull’esterno della rete. Nei tre minuti di recupero concessi, l’Udinese cala anche il tris: è Walace a mettere il sigillo finale ad una gara perfetta. Sembra finita ma la ciliegina sulla torta la mette Udogie all’ultimo secondo su assist di Makengo.

Author: webmaster

Leave a Reply

Your email address will not be published.