Qatar 2022: il Galles torna ai mondiali a 64 anni dall’ultima volta, Ucraina eliminata

Vittoria di resistenza del Galles che supera 1-0 l’Ucraina grazie a un’autorete di Yarmolenko. La nazionale di Petrakov ci ha creduto fino all’ultimo, arrivando a concludere ben 24 volte verso la porta avversaria, ma peccando in precisione. L’Ucraina paga la scarsa freddezza nei momenti topici del match e, nonostante abbia controllato la gara, si ferma a un passo del mondiale. Discorso opposto per Bale e compagni che, con un’eccelsa prestazione di gruppo, hanno portato a casa un mondiale che mancava dal ’58, sarà la seconda volta del Galles ai Mondiali.

Primo tempo

Inizia bene l’Ucraina con Roman Yaremchuk, che scappa in profondità e prova il colpo rasoterra. La conclusione, poco angolata, favorisce il buon intervento di Hennessey. La prima metà di gioco prosegue con attacchi da entrambi le parti, ma senza che nessuna delle due squadre riesca a rendersi realmente pericolosa. Al 34′ la partita viene sbloccata sugli sviluppi di un calcio di punizione. Bale si incarica della battuta e prova l’assist con un cross diretto in area, Yarmolenko arriva per primo sul pallone e, goffamente, lo mette nella propria porta. L’Ucraina prova a risollevarsi continuando a spingere, ma senza trovare la via del gol.

Secondo tempo

Riparte in attacco il Galles, mancando il raddoppio con Aaron Ramsey. Il centrocampista di proprietà della Juventus, dopo essersi smarcato in area, non trova lo specchio da ottima posizione. L’Ucraina tenta la reazione, sfiorando il pareggio in due occasioni, prima con Tsygankov, il cui tiro viene controllato ottimamente dal portiere, poi con Yaremchuk che manda fuori da dentro l’area piccola. Appena entrato Brennan Johnson ha subito un’occasione trovando lo spazio per il tiro da fuori, l’ottima conclusione finisce sul palo esterno. A 15 minuti dalla fine Gareth Bale va vicino al 2-0 con un tiro nell’angolino basso, Buschan legge la conclusione e con un super intervento tiene a galla i suoi. Il Galles resiste fino al triplice fischio di Lahoz prima di gioire per lo storico traguardo.

Tabellino

Marcatori: 34′ Au. Yarmolenko

GALLES (4-4-2): Hennessey, Williams (dal 90+3′ Norrington-Davies), Rodon, Davies, Roberts; James (dal 71′ Johnson), Allen, Ramsey, Ampadu; Bale (dal 83′ Wilson), Moore. All. Page

UCRAINA (4-5-1): Bushchan, Karavaev, Zabarnyi, Matviienko, Mykolenko; Yarmolenko, Malinovski (dal 70′ Shaparenko), Stepanenko (dal 70′ Sydorchuk), Zinchenko, Tsygankov (dal 77′ Mudryk); Yaremchuk (dal 77′ Dovbyk). All. Petrakov

Arbitro: Matéu Lahoz (SPA)

Author: webmaster

Leave a Reply

Your email address will not be published.