NBA, playoff: i Dallas Mavericks superano Golden State per 119 a 109 in gara 4

La classica gara che, negli USA, viene definita: win or go home. Spalle al muro per i Dallas Mavericks che erano chiamati alla prova d’orgoglio: evitare l’eliminazione ed allungare la serie di almeno un’altra gara. Missione compiuta da Luka Doncic e compagni anche se il risultato del campo ha lasciato spazio ad un’altra tragedia, l’ennesima, consumata a qualche centinaio di miglia di distanza. La strage avvenuta in una scuola con quasi venti vittime non ha potuto lasciare indifferente il mondo del basket. Particolarmente toccante l’intervista di coach Steve Kerr che, non volendo rispondere ad alcuna domanda sui suoi Warriors, si è lasciato andare a parole dure nei confronti del Senato e del governo statunitense in merito alla questione armi e stragi.

Lasciando da parte una questione purtroppo così complicata, il risultato del parquet è stato netto e non lascia spazio a diverse interpretazioni. Dallas è riuscita a raggiungere il suo obiettivo superando Golden State di dieci lunghezze per un 119 a 109 mai stato in discussione. L’andamento della gara è stato netto: Doncic e compagni sono stati capaci di aggiudicarsi i primi tre quarti in particolare a cavallo tra i due tempi. Grazie ad un’ampia doppia cifra di vantaggio, i padroni di casa sono riusciti a limitare i danni negli ultimi dodici minuti quando Curry ha provato a piazzare un super parziale. Nonostante il 20-39 del quarto quarto, la gara non è mai stata in bilico. Eliminazione, quindi, evitata da parte dei texani che rimandano ogni discorso a gara cinque in quel di San Francisco.

L’ironia della sorte sta nel fatto che la vittoria di Dallas va configurata nell’universo dei Warriors. Ad essere decisivo, infatti, il tiro da tre con ben venti tentativi andati a bersaglio da oltre l’arco. Un’autentica pioggia di tiri da lontano che hanno demolito la difesa californiana. Particolarmente curioso il finale, con Steve Kerr che lascia spazio alle riserve considerando la gara ormai persa e conclusa. A sorpresa, però, le seconde linee riescono a ricucire lo svantaggio sino al 110-102 a tre minuti dalla conclusione. In quel momento deve rientrare in campo Luka Doncic che chiude i conti con il brivido finale.

Il tabellino di Dallas Mavericks – Golden State Warriors 119-109

Dallas: Doncic 30, Finney-Smith 23, Bullock 18. Rimbalzi: Doncic 14. Assist: Doncic 9.

Golden State: Curry 20, Kuminga 17, Poole 14. Rimbalzi: Kuminga 8. Assist: Curry 8.

Author: webmaster

Leave a Reply

Your email address will not be published.