le parole dei due allenatori alla vigilia della sfida – Stanleybet News

Domani sera andrà in scena la sfida tra Manchester City e Sporting CP, valevole per il ritorno degli ottavi di finale di Champions League. Il discorso qualificazione è già chiuso per gli inglesi, che nel primo atto del doppio confronto si sono imposti con un perentorio 5-0 in Portogallo, ma la squadra di Guardiola vorrà accedere ai quarti con un’altra prova di grande spessore. Alla vigilia della gara hanno parlato in conferenza stampa i due allenatori, ovvero Pep Guardiola e Ruben Amorim.

Di seguito le parole di Pep Guardiola, tecnico del Manchester City:

Abbiamo giocato una partita incredibile all’andata, vincendo 5-0, ma non abbiamo ancora finito. Zinchenko? È un momento difficile, ma penso che sarà pronto nel caso debba giocare. Abbiamo solo 14 giocatori a disposizione, abbiamo qualche problema fra squalificati e infortunati. La forza delle squadre di Premier? Nelle gare d’andata il Manchester United ha ottenuto un grande risultato contro l’Atletico Madrid, il Chelsea ha fatto un lavoro incredibile. Noi dobbiamo stare attenti, è vero che abbiamo vinto 5-0 all’andata ma non dobbiamo concedere cose stupide. I giocatori dello Sporting verranno qui con tutto il loro orgoglio, noi proveremo a vincere anche questa partita”.

Sulla squalifica di tre turni che dovrà scontare Walker: “È giusta, ha fatto una cosa stupida e merita questa squalifica. Sono ancora arrabbiato con lui, lo sa benissimo. Il club ha presentato ricorso ma non sono d’accordo, spero che possa essere una lezione per il futuro. Chi giocherà sulla destra? Non lo so, devo pensarci. Aiutatemi voi! Forse Fernandinho? Non lo so, vedremo dopo l’allenamento. Abbiamo dei giovani dell’academy, forse giocherà uno di loro. Mi piacerebbe avere Fernandinho per un’altra stagione, sono così felice di averlo a disposizione. È un capitano e un giocatore incredibile. A fine stagione decideremo”.

Di seguito le parole di Ruben Amorim, tecnico dello Sporting:

“Ovviamente sappiamo che andiamo ad affrontare una delle squadre più forti al mondo. Nonostante le assenze, il City ha giocatori a sufficienza per scendere in campo con il miglior undici. Anche noi giocheremo con la formazione migliore per cercare di ottenere un risultato positivo. Dovremo tenere conto dell’importante carico fisico, vista la vicinanza tra gli impegni. Può essere che tra le loro fila troverà spazio qualche giovane, ma chiunque giochi nel City ha le qualità per fare il titolare. Quindi questa possibilità non ci lascia tranquilli. Non importa se l’eliminazione è scontata dopo l’andata, questo è un gioco e lotteremo per la vittoria“.

Author: webmaster

Leave a Reply

Your email address will not be published.