Italia sfortunata, Kazakistan cinico, finisce qui il cammino degli azzurri – Stanleybet News

Nell’ultima giornata della fase a gironi dell’Europeo di futsal, l’Italia aveva solo la vittoria a disposizione per accedere al turno successivo, ma non è riuscita nell’intento. La compagine guidata da coach Bellarte ha sbattuto contro il muro del Kazakistan, eretto dal portiere Higuita, che ha chiuso lo specchio con molti interventi decisivi. Dunque, il cammino degli azzurri termina con il terzo posto nel Gruppo B, mentre i kazaki di Kakà si qualificano ai quarti di finale come primi del proprio raggruppamento.

Nel quintetto di partenza, i kazaki si schierano con Higuita tra i pali e Taynan, Tursagulov, Junior e Orazov ad agire in mezzo al campo. Gli azzurri rispondono con Pietrangelo in porta e Nicolodi, Musumeci, Merlim e De Oliveira come uomini di movimento. Dopo pochi attimi, Musumeci vede Higuita avanzato e tenta la conclusione da lontano, ma la palla finisce larga di poco. Il centrocampista etneo ci riprova, ma sul più bello viene stoppato da Orazov. L’Italia si rivela più aggressiva e si rende pericolosa anche con Fortini, sul cui tiro Higuita risponde presente. Qualche secondo prima Pietrangelo era stato chiamato al grande intervento sul tentativo di Valiullin.

Poi, il Kazakistan si porta in vantaggio con Orazov, che raccoglie un preciso filtrante di Junior e insacca. Il raddoppio non tarda ad arrivare ed è Valiullin a firmarlo, spingendo in porta un traversone teso di Edson. L’Italia accorcia le distanze a sei minuti dal termine della prima frazione con Nicolodi, che approfitta di una respinta della difesa avversaria e deposita in rete. I ragazzi di Bellarte insistono e impegnano nuovamente Higuita, ma prima dell’intervallo sono gli avversari a sfiorare il terzo centro con Knaub.

La formazione azzurra rientra in campo con lo stesso atteggiamento e con la stessa intensità, colpendo il palo con Musumeci da posizione defilata. I kazaki pareggiano il numero dei legni immediatamente, quando il montante verticale nega la gioia del goal a Edson. L’Italia aggredisce la capolista del girone, ma Higuita è una saracinesca, compiendo degli autentici prodigi su Merlim e De Matos (inserito come portiere di movimento), che hanno avuto due occasioni nitide a testa. In seguito, Nicolodi sbatte nuovamente contro il palo. Porta stregata per gli azzurri e Higuita che si superare ancora sulle conclusioni dello stesso Nicolodi e di Stringari.

Inevitabilmente la nazionale tricolore si sbilancia e sugli sviluppi di un contropiede il Kazakistan cala il tris con Orazov. A cinque giri di lancette dalla conclusione, Merlim ha sui piedi una buona chance, ma il suo mancino colpisce l’esterno della rete. Con l’Italia a trazione totalmente offensiva e con la porta sguarnita, i kazaki ne approfittano e con un tiro d’esterno di Junior timbrano il poker. Termina qui il cammino degli azzurri a Futsal Euro 22.

Il tabellino della gara

ITALIA-KAZAKISTAN 1-4 

5’32” e 30’00” Orazov (K), 8’16” Valiullin (K), 12’31” Nicolodi (I), 37’06” Douglas Junior (K)

ITALIA: Pietrangelo, Nicolodi, Musumeci, Merlim, De Oliveira, Berthod, Esposito, Caponigro, Fortini, De Matos, Arillo, Gaio, Stringari Alves. Ct. Bellarte

KAZAKISTAN: Higuita, Taynan, Tursagulov, Douglas Junior, Orazov, Atantayev, Karagulov, Edson, Valiullin, Knaub, Tokayev, Sagyndykov. Ct. Kakà

Author: webmaster

Leave a Reply

Your email address will not be published.