Handanovic fino al 2023, Skriniar-PSG in sospeso

Sabato 9 luglio ore 17.30

Nella giornata di oggi il portiere e capitano nerazzurro Samir Handanovic ha prolungato il proprio contratto di un altro anno fino a giugno 2023. Il numero uno sloveno difenderà ancora i pali dell’Inter, ma dovrà fare i conti con la concorrenza del nuovo arrivato Onana. Intanto la prossima settimana potrebbe essere quella decisiva per il passaggio di Skriniar al PSG. Il centrale slovacco ha già raggiunto un accordo con il club francese sulla base di 7,5 milioni di euro a stagione, mentre nelle casse della società meneghina dovrebbe entrare una cifra pari a 60 milioni. La chiusura della trattativa è vicina.

Venerdì 8 luglio ore 22:00

L’Inter vuole fortemente Gleison Bremer. Il difensore brasiliano si è presentato regolarmente al raduno del Torino, ma si sa che al 99% Cairo lo farà partire e l’Inter sembra essere la destinazione preferita. Ieri c’è stato un incontro tra i direttori sportivi dei due club, Vagnati e Ausilio, la distanza resta di 10 milioni. L’Inter offre 30, Cairo chiede 40.

Mercoledì 6 luglio ore 16:30

La mattinata si è aperta positivamente per i tifosi nerazzurri, con l’ufficialità di Raoul Bellanova all’Inter. Da oggi l’esterno, cresciuto nel settore giovanile dei cugini rossoneri, fa fattivamente parte della rosa a disposizione di Simone Inzaghi. Intanto, in difesa, l’Inter rimane vigile sulla situazione Skriniar, oggetto del desiderio del PSG. I nerazzurri sono in attesa di un rilancio da parte dei francesi che possa convincerli a lasciare partire il centrale slovacco. Marotta ha già individuato il sostituto in Gleison Bremer del Torino, per cui però non partiranno offerte prima della cessione di Skriniar. Il nome di Nikola Milenkovic tiene banco come prima alternativa nel caso in cui la trattativa per il brasiliano dovesse mettersi in salita.

Martedì 5 luglio ore 22

Paulo Dybala sembra ad un passo dall’Inter, ma nelle ultime ore si è allontanato sensibilmente e a farlo capire è stato l’amministratore delegato del club nerazzurro Beppe Marotta, che nella conferenza stampa ha dichiarato “In attacco siamo a posto così. Dybala fa parte di quella serie di calciatori svincolati ed è la prima volta che, nella mia carriera, tanti giocatori di tale livello sono ancora fermi e senza squadraè la dimostrazione di un calcio che si sta trasformando. Dybala rappresenta e rappresentava una opportunità, ma non possiamo dimenticarci che davanti abbiamo giocatori di grande livello e siamo a posto così. Rimane il rispetto per un giocatore a cui mi lega un particolare affetto”.

Lunedì 4 luglio ore 16

Mentre si procede a passi spediti verso l’inizio della stagione agonistica, l’Inter lavora per abbassare il monte ingaggi. Ancora da definire le cessioni di Skriniar, Vidal e forse uno tra Dumfries e De Vrij, la società nerazzurra ha comunicato il prestito di Esposito in Belgio all’Anderlecht. Questo il comunicato ufficiale. “L’Inter rende nota la cessione di Sebastiano Esposito all’Anderlecht. L’attaccante, classe 2002, si trasferisce al club belga a titolo temporaneo, con diritto di opzione e contro opzione”.

Domenica 3 luglio ore 14

La vicenda Vidal sembra vicina ad una soluzione. Nonostante l’allettante proposta del Boca Juniors da tre anni e mezzo, pare che il cileno abbia accettato la corte del Flamengo. Le ultime voci parlando, addirittura, di visite mediche imminenti previste per la prossima settimana. Il centrocampista potrebbe liberare spazio salariale alla società nerazzurra. Nel frattempo, mentre Skriniar e De Vrij potrebbero presto partire, le sirene inglesi suonano per un altro calciatore. Stiamo parlando di Dumfries che, dopo una grande stagione, ha acceso l’interesse del Chelsea ma anche del Bayern Monaco in Budesliga.

Sabato 2 luglio ore 14

Si profila una vera e propria rivoluzione nel reparto arretrato dell’Inter. Mentre in attacco l’affollamento porta ad una riflessione sia tecnica che economica, in difesa tutto gira attorno a Milan Skriniar. Prosegue l’asta milionaria per il centrale tra PSG e Chelsea: nessuna delle due squadre ha ancora accontentato la richiesta di 80 milioni dei nerazzurri. Con la partenza del forte leader arretrato, potrebbero arrivare due nuovi difensori: il nome caldo è quello di Bremer ma potrebbe aggiungersi anche Milenkovic della Fiorentina. Nel frattempo anche De Vrij non è assolutamente intoccabile considerando anche la sua parabola discendente nell’ultima stagione. Restando sul fronte uscite, Stefano Sensi è un nuovo giocatore del Monza. Chiusa l’operazione in prestito per il classe 1995 che approda alla corte di Berlusconi e Galliani.

Venerdì 1 luglio ore 19

Oggi apre ufficialmente il calciomercato per la sessione estiva. L’Inter ha depositato i contratti degli acquisti a parametro zero. Vestiranno il nerazzurro il portiere Onana, il centrocampista Mkhitaryan, il giovane Asllani e il bomber Lukaku. Nel frattempo tra i partenti c’è Arturo Vidal. Sul cileno si è fiondato il Boca Juniors con un’offerta di contratto da tre anni e mezzo. Ingaggio più basso rispetto alle offerte di Galatasaray e Flamengo.

Mercoledì 29 giugno ore 16:20

Due nuovi acquisti prossimi all’ufficializzazione. Oggi giornata importantissimi in casa Inter proprio a Milano. Sono sbarcati nel capoluogo lombardo sia Romelu Lukaku che Asllani. Bagno di folla per il belga che ha fortemente voluto il ritorno in nerazzurro dopo un solo anno dalla cessione record al Chelsea. Arriva in prestito con una grande decurtazione dello stipendio. Dopo tutte le visite di rito, l’attaccante tornerà in vacanza per presentarsi poi al ritiro agli ordini di Simone Inzaghi. Nelle stesse ore, però, un altro acquisto importante dell’Inter sta seguendo tutto l’iter burocratico prima dell’ufficializzazione. In arrivo dall’Empoli, il centrocampista albanese 20enne sarà il vice Brozovic coprendo una casella importante. Operazione in prestito con obbligo di riscatto attorno ai 14 milioni di euro.

Martedì 28 giugno ore 19:20

Operazione plusvalenza in vista. Impazza l’interesse su Milan Skriniar: oltre al PSG, c’è il Chelsea di Tuchel pronto ad inserirsi per sostituire Rudiger. I londinesi, in parallelo, lavorano anche per De Ligt e possono sfidare economicamente i parigini. I prossimi giorni potrebbero essere decisivi. Nel frattempo in serata, come confermato dallo stesso Marotta, sbarcherà Lukaku a Milano. Per quanto riguarda il reparto difensivo, con i soldi di Skriniar si potrebbe operare il doppio colpo: Bremer e Milenkovic dalla Fiorentina. Infine resta nel limo Stefan De Vrij: l’olandese non sarà ceduto ma non gli verrà rinnovato nemmeno il contratto al momento.

Lunedì 27 giugno ore 13:30

Il nodo tetto salariale rimane prioritario in casa Inter. Per poter affondare anche su Dybala, affare al momento in stand by, servono delle uscite importanti. In questo senso Alexis Sanchez resta il calciatore con lo stipendio più pesante da sostenere: il cileno può valutare con calma il suo futuro forte dell’accordo siglato sul contratto. In questo senso va letto il rifiuto alla proposta del Villarreal. Da un cileno all’altro perchè anche Arturo Vidal ha concluso la sua permanenza a Milano: mentre Boca Juniors e Flamengo restano timide nella trattativa, si è fatto avanti il Galatasaray dopo aver tentato anche Sanchez. Restando in tema di cessioni, l’Inter aspetta un nuovo assalto del PSG per Skriniar mentre Esposito è ufficialmente un nuovo giocatore dell’Anderlecht in prestito. Sul fronte entrate, Lukaku sarà a Milano già questa settimana per firme e visite mediche.

Sabato 25 giugno ore 8

Chiuso l’affare per il ritorno di Romelu Lukaku, l’amministratore delegato Marotta è alle prese con le uscite. Come indicato dal presidente Zhang espressamente, il club nerazzurro ha la necessità di vendere ed abbattere il monte ingaggi. Sottolineato l’affare che porterebbe Skriniar al PSG, è l’attacco il reparto più affollato. Messo in stand by l’acquisto di Dybala, a cui è stata fatta un’offerta ritenuta bassa da 5 milioni più bonus, i nerazzurri puntano a cedere almeno due calciatori tra Dzeko, Correa, Sanchez e Pinamonti. Se per quest’ultimo le offerte fioccano vista l’ultima spettacolare stagione, per gli altri tre la situazione è bloccata per diversi motivi. Il bomber bosniaco ha un ingaggio pesante ma anche una carta d’identità che lo rendono poco appetibile a livello europeo. Per Sanchez il contratto recita dei numeri da top player e il cileno non vuole rinunciarci. Al momento solo un timido interesse da parte del Siviglia. Infine per Correa, acquistato l’anno scorso dalla Lazio, si sono fatte avanti solo squadre di Ligue 1 ma con offerte di prestito. Insomma si prospettano giorni di grande lavoro per poter sbloccare il mercato nerazzurro.

Venerdì 24 giugno ore 14:30

Se sul fronte entrate il ritorno di Lukaku ha fatto infiammare l’ambiente nerazzurro, dall’altra uno dei beniamini della tifoseria è pronto a partire. La società nerazzurra è sempre stata ben consapevole della necessità di operare in uscita. Questa estate potrebbe essere la volta di Milan Skriniar: il forte difensore centrale avrebbe già accettato l’offerta del PSG. Il club parigino è atteso dall’affondo finale con una super offerta da oltre 60 milioni di euro. Dopo cinque anni, quindi, Skriniar è pronto a trasferirsi in Ligue 1 dove firmerà un contratto di quasi 8 milioni di euro ben più alto di quello attuale. Difficilmente Marotta riuscirà ad avere una cifra di 80 milioni, si potrebbe chiuderà a poco meno di 70 compresi di bonus.

Giovedì 23 Giugno ore 14

L’arrivo imminente di Lukaku ha messo l’affare Dybala in stand by. Nonostante l’accordo di massima con Marotta, a complicare i piani ci sono le pretese del procuratore Antun. Dopo aver fatto saltare il banco con la Juventus, anche con l’Inter la situazione non è rosea come qualche giorno fa. Adesso si sono fatte avanti altre squadre in Spagna, ma l’idea di Dybala è quella di rimanere in Italia. Il Milan osserva consapevole di poter affondare il colpo se i costi dovessero diminuire. Nel frattempo, sempre restando in tema attacco, l’Inter prova a ripetere l’affare Pinamonti. In direzione Empoli sembra destinato Satriano.

Mercoledì 22 Giugno ore 14

Adesso è fatta. Inter e Chelsea hanno trovato la quadra per il prestito di Romelu Lukaku. L’attaccante belga, dopo una grande opera di convincimento sia con la società che con Tuchel, è riuscito a fare il percorso inverso rispetto all’estate scorsa. Per i londinesi di certo non rappresenta una grande operazione di mercato. Prelevato per 115 milioni, torna all’Inter in prestito secco oneroso per quasi 10 milioni più bonus legati alla vittoria dello scudetto da parte dei nerazzurri. L’attaccante guadagnerà 8 milioni di euro. Sicuramente c’è un notevole risparmio sotto diversi punti di vista, ma l’Inter rischia tutto non avendo garantita alcuna clausola per il prossimo anno. Nel frattempo oggi è il giorno di Mkhitaryan. Il centrocampista armeno, 33 anni, svolgerà le visite mediche e firmerà il nuovo contratto dopo essersi liberato a parametro zero dalla Roma. Per lui uno stipendio che, compresi i bonus, raggiunge la cifra di 4 milioni.

Lunedì 20 giugno ore 15.50

Sono ore molto calde in casa Inter. Riflettori puntati sul possibile ritorno in nerazzurro di Romelu Lukaku. L’operazione sembra ad un passo dall’andare in porto, ma il presidente Steven Zhang vuole limare ancora il prezzo. Si parla di di 10 milioni più bonus: questa la cifra richiesta dal Chelsea per il prestito oneroso dell’attaccante belga che ha espressamente richiesto di tornare a Milano, per buona pace del Tottenham di conte che voleva inserirsi nella trattativa. Il presidente Zhang, come riporta «Sky Sport», tuttavia, sta cercando di strapparlo al Chelsea a condizioni migliori.

Author: webmaster

Leave a Reply

Your email address will not be published.