Formula 1, Gp Silverstone: il pagellone della gara

Decima tappa di un mondiale davvero emozionante e ricco di colpi di scena. Il gran premio di Silverstone, al momento, resta la gara più bella fino ad ora in una stagione combattutissima. Prima storica vittoria di Sainz che completa un weekend perfetto dopo la pole position conquistata sotto il temporale. Straordinario Leclerc ma penalizzato ancora una volta dalla strategia Ferrari, mentre la Formula 1 riabbraccia Lewis Hamilton con una Mercedes finalmente competitiva. Domenica amara per Max Verstappen mentre Zhou è miracolato dopo il terribile incidente alla prima curva dopo la partenza. Come di consueto ecco le nostre pagelle dell’ultima gara di automobilismo.

Carlos Sainz voto 8: la prima vittoria è quasi come una liberazione per tanti motivi. In primo luogo per i tanti e pesanti errori commessi fino ad ora in diverse gare. In secondo luogo perché fa respirare la Ferrari dopo momenti difficili. Di certo lo spagnolo merita il successo vista anche la grandissima pole conquistata nelle qualifiche del sabato.

Sergio Perez voto 8: al pari del vincitore perché mette in scena una gara in rimonta spettacolare sfruttando la potenza della sua Red Bull. Il secondo posto porta in dote punti fondamentali in ottica classifica sia piloti che costruttori.

Lewis Hamilton voto 7: il ritorno del grande campione. Il britannico non tramonta mai e batte un colpo sul sui circuito di casa. Finalmente la Mercedes torna ad essere competitiva e il talento del sette volte campione del mondo è ancora intatto.

Charles Leclerc voto 8: può un pilota prendere un voto così alto arrivando quarto? Nel caso del monegasco la risposta è affermativa perché la gara è davvero di altissimo profilo ma, ancora una volta, la strategia cervellotica di casa Ferrari lo penalizza inevitabilmente. Alla luce di tutto questo il nervosismo è palpabile e si perde un’altra ghiotta occasione in ottica mondiale.

Max Verstappen – Mick Schumacher voto 7: due volti della stessa medaglia. Da una parte il campione in carica che lotta per difendere ogni singolo punto in chiave classifica. Dall’altra il futuro della Formula 1 che vuole dimostrare anche in pista di avere un cognome pesante. Bellissimo il duello tra i due nel finale.

Daniel Ricciardo – Yuki Tsunoda – Esteban Ocon voto 4: un trittico di insufficienze assolutamente meritate. L’australiano sta attraversando una stagione disastrosa e la McLaren si ritrova ad affrontare ogni weekend praticamente solo con Lando Norris. Per il giapponese pesa l’attacco al compagno di squadra Gasly che termina con un testacoda di entrambi. Infine Ocon termina con un ritiro dimostrando l’abisso tra lui e Fernando Alonso.

Infine chiudiamo con un voto 10 al sistema HALO. Solo grazie a questo miglioramento tecnologico possiamo ancora parlare di un miracolo per il cinese Guanyou Zhou. Il terribile impatto alla prima curva non ha portato particolari conseguenze per un incidente che, fino a qualche anno fa, sarebbe stato mortale. Una delle introduzioni migliori dal 2018 sino ad ora.

Author: webmaster

Leave a Reply

Your email address will not be published.