Formula 1, GP Montecarlo: trionfa Perez, disastro strategia Ferrari

Una domenica inaspettata, una gara totalmente pazza. Non poteva essere un giorno qualunque, non poteva esserlo perché la Formula 1 era ospite a Montecarlo. Sullo storico circuito del principato, va in scena un qualcosa di unico tra colpi di scena, strategie sbagliate e un finale totalmente inaspettato. Alla bandiera a scacchi, è Sergio Perez a trionfare davanti a Carlos Sainz e Max Verstappen. Il padrone di casa e poleman, Charles Leclerc, chiude al quarto posto tra le polemiche e lo scontro con il suo team. Grande delusione in casa Ferrari per aver gettato, ancora una volta, un intero weekend alle ortiche. Adesso si fanno tanti i punti persi in classifica in giornate in cui la vittoria sembra a portata di mano. Classifica alla mano, infatti, Perez fa un notevole balzo in avanti mentre l’olandese campione in carica riesce ad allungare ulteriormente nonostante un terzo posto. Il campionato è ancora lungo ma questi punti potrebbero pesare nel computo totale.

Una maledizione sul team Ferrari che dimostra dii avere la macchina più forte del campionato e più veloce. Ancora una volta domina prove libere e qualifiche ma poi crolla in gara. In questa occasione, però, nessun problema tecnico come la rottura della power unit di settimana scorsa. Sotto la pioggia torrenziale di Monaco, è il team rosso stesso a fare un clamoroso errore di strategia. Il monegasco viene richiamato ai box, salvo poi invitato a continuare quando ormai è troppo tardi. A quel punto sia Sainz che Leclerc si ritrovano in fila per fare il pit stop perdendo quel tempo utile a far sopravanzare le Red Bull. Un assist perfetto per gli avversari in una gara che aveva vissuto due momenti topici con la forte pioggia e la bandiera rossa dovuta al terribile incidente di Schumacher, fortunatamente illeso.

Inequivocabili le parole di Leclerc durante il team radio con accuse forti verso la sua squadra. Al termine della gara è intervenuto di fronte ai microfoni:” Rabbia, sofferenza e delusione. Quando siamo così forti non possiamo arrivare quarti, avevamo 6 secondi di vantaggio. Oggi doveva essere nostra, penso di aver fatto tutto bene. Ho bisogno dell’aiuto dei team per capire i tempi degli altri sulle altre gomme. Abbiamo scelto due volte in maniera sbagliata, ci sono stati tanti errori. Amo questo team, ma dobbiamo rivedere queste decisioni perchè questo non va bene”.

Classifica finale Gran Premio di Montecarlo

POS. PILOTA TEAM TEMPO
1            S. Perez (M) Red Bull                   /
2 C. Sainz (D) Ferrari + 2″9
3 M. Verstappen (M)         Red Bull + 3″1
4 C. Leclerc (D) Ferrari + 5″4
5 G. Russell (M) Mercedes + 12″2
6 L. Norris (D) McLaren + 41″0
7 F. Alonso (M) Alpine + 51″5
8 L. Hamilton (M) Mercedes + 53″3
9 E. Ocon (D) Alpine + 55″0
10 V. Bottas (D) Alfa Romeo + 58″7
11 S. Vettel (D) Aston Martin + 59″4
12 P. Gasly (D) AlphaTauri + 62″2
13 D. Ricciardo (D) McLaren + 64″3
14 L. Stroll (D) Aston Martin + 65″8
15 N. Latifi (M) Williams + 1 giro
16 G. Zhou (M) Alfa Romeo + 1 giro
17 Y. Tsunoda (b) AlphaTauri + 1 giro
18 A. Albon (M) Williams RITIRO
19 M. Schumacher (I) Haas RITIRO
20 K. Magnussen (D) Haas RITIRO

Classifica mondiale piloti

  1. Max Verstappen: 125 punti
  2. Charles Leclerc 116 punti
  3. Sergio perez: 110 punti
  4. George Russell: 84 punti
  5. Carlos Sainz: 83 punti
  6. Lewis Hamilton: 50 punti
  7. Lando Norris: 48 punti
  8. Valtteri Bottas: 40 punti
  9. Esteban Ocon: 30 punti
  10. Kevin Magnussen: 15 punti

Author: webmaster

Leave a Reply

Your email address will not be published.