Formula 1, Gp d’Austria: il pagellone della gara

Ancora il rosso sul gradino più alto del podio, ancora la Ferrari per il secondo weekend consecutivo. Dopo il successo di Sainz a Silverstone, torna alla vittoria anche Charles Leclerc dopo un lungo digiuno. Il predestinato si impone, nonostante le difficoltà nel finale, sul circuito di casa Red Bull in Austria davanti a Max Verstappen. Una gara spettacolare e ricca di colpi di scena che andiamo ad analizzare, come di consueto, con le nostre pagelle.

Charles Leclerc voto 9: eroico per non dire fenomeno. Il monegasco porta a casa una vittoria fondamentale in ottica mondiale dimostrando quanto sia competitivo nonostante le difficoltà. Gli ultimi quattro giri li compie con un problema tecnico all’acceleratore che ha messo in crisi tutti i tifosi incollati agli schermi. Compie tre sorpassi spettacolari su Verstappen e merita il primo posto finale.

Carlos Sainz voto 7,5: non potrebbe essere altrimenti per lo spagnolo che chiude la gara con un ritiro. Ancora una volta un guasto tecnico alla Ferrari lo mette fuori dai giochi mentre si apprestava a raggiungere e superare Verstappen. Sarebbe stata un’altra doppietta Ferrari.

Max Verstappen voto 6,5: le sue qualità si vedono nel momento di difficoltà. E’ una domenica nera per la Red Bull con il ritiro di Perez e i problemi tecnici della sua monoposto. Il campione in carica, però, riesce a spingersi oltre i propri limiti e conquista un secondo posto fondamentale con punto aggiuntivo derivante dal giro veloce.

Lewis Hamilton voto 7: mezzo punto in più rispetto a Verstappen perché la Mercedes non è a livello dii Ferrari e Red Bull. Il sette volte campione del mondo si dimostra competitivo e conquista un podio insperato considerando la prestazione di Sainz. Un buon segno in vista del prosieguo della stagione.

Mick Schumacher voto 8: il migliore insieme a Charles Leclerc. Il figlio d’arte sembra essersi definitivamente sbloccato e, come nella Sprint Race, dà spettacolo con la sua Haas. Monoposto competitiva anche grazie alle ultime modifiche Ferrari che la rendono velocissima. Poi ci sono le qualità del giovane pilota che combatte contro ogni avversario fino al limite.

Fernando Alonso voto 7,5: che gara dell’eterno campione spagnolo che, dall’ultima posizione, compie l’ennesima impresa in rimonta. Bisogna credere alle sue parole quando definisce questo campionato il migliore della sua carriera fino ad ora.

Pierre Gasly voto 4,5: l’esatto opposto della gara di Schumacher. Il suo weekend è disastroso con una gara domenicale condotta con troppa sufficienza. Infiniti warning accumulati, penalità di cinque secondi non scontate e confusione nella gestione della gara.

Sergio Perez voto 5: fortunatamente la Ferrari perde sul più bello Sainz. Il suo ritiro non porta punti alla causa Red Bull nel campionato costruttori. Peccato che la rossa non ne approfitti del tutto.

Author: webmaster

Leave a Reply

Your email address will not be published.