finale da brividi, i rossoblù possono ancora sperare – Stanleybet News

Nel secondo anticipo della trentaseiesima giornata di Serie A, il Genoa si impone in rimonta sulla Juventus

Nello schieramento iniziale, i padroni di casa scendono in campo con Amiri, Portanova e Melegoni alle spalle di destro. Allegri, invece, effettua un ampio turnover, concedendo una nuova chance dal primo minuto a Miretti e affidandosi al tridente offensivo composto da Kean, Vlahovic e Dybala. Gli ospiti si rendono pericolosi dopo pochissimi minuti con un colpo di testa di Kean, che manda alto dopo un traversone docile di Dybala. La squadra di Blessin prende coraggio e in più occasioni prova a impensierire la retroguardia avversari. Prima Bani e poi Destro provano a insaccare di testa sugli sviluppi di calci piazzati, ma peccano di imprecisione. I bianconeri sfiorano il vantaggio intorno alla mezzora, ancora una volta con Kean, ma sulla sua conclusione incrociata si oppone Sirigu. A ridosso del duplice fischio, i rossoblù aumentano la pressione e con un tiro di Portanova da lontano chiamano Szczesny alla respinta laterale. La gara è gradevole e le emozioni di certo non mancano.

Al rientro sul terreno di gioco, il punteggio si sblocca. Kean lavora bene un pallone a centro area, appoggia per Dybala, che con il destro calcia in buca d’angolo e porta in vantaggio i suoi. Pur con il morale a terra, il Genoa si rimbocca le maniche e cerca di reagire immediatamente. Dopo un paio di timidi tentativi di Bani e Ostigaard, il pericolo maggiore capita sui piedi di Ekuban, che spedisce di poco sul fondo con un diagonale insidioso. A metà frazione, Dybala va vicino alla doppietta, ma il palo gli nega la gioia della rete. Un giro di lancette più tardi anche Kean avrebbe l’occasione di segnare, trovando però l’intervento di Sirigu. Il portiere sardo è protagonista anche su Vlahovic, impedendogli di firmare il 2 a 0.

A dieci dalla fine, Ekuban prova di nuovo a pungere, mandando a lato di testa. Il pareggio del Grifone, però, non tarda ad arrivare. All’85’ Amiri imbuca per Gudmundsson, controllo e destro vincente alla sinistra di Szczesny. Subito dopo, Rabiot perde una palla sanguinosa nella propria area, Amiri all’altezza del dischetto spara verso la porta, ma l’estremo difensore polacco salva in tuffo. Il finale di match è thrilling. Dopo un errore clamoroso di Kean, sul ribaltamento di fronte De Sciglio colpisce da dietro Yeboah e causa il rigore. Sul dischetto si fionda Criscito, che pochi giorni fa nel derby aveva fallito dagli undici metri, e con il mancino a incrociare regala al popolo genoano ancora una flebile speranza.

Il tabellino della gara

Genoa-Juventus 2-1

Reti: 4′ st Dybala, 40′ st Gudmundsson, 45’+6 st Criscito (rig.)

Genoa (4-2-3-1): Sirigu; Hefti, Ostigard, Bani, Criscito; Galdames (46′ Frendrup), Badelj; Amiri, Melegoni (58′ Yeboah), Portanova (58′ Ekuban); Destro (68′ Gudmundsson). All. Blessin

Juventus (4-3-3): Szczesny; Cuadrado (60′ Alex Sandro), Bonucci, Rugani, De Sciglio; Arthur (60′ Zakaria), Miretti (73′ Bernardeschi), Rabiot; Dybala (79′ Aké), Vlahovic (73′ Morata), Kean. All. Allegri

Arbitro: Sozza di Seregno

Author: webmaster

Leave a Reply

Your email address will not be published.