Caprari risponde al solito Piatek – Stanleybet News

Non riescono a spuntarla nell’arco dei novanta minuti né Fiorentina né Verona. Una bella partita quella disputata al “Franchi” tra due delle squadre più spettacolari del campionato. Non poteva essere altrimenti quando si affrontavano compagini dedite al gioco palla a terra. Occasioni alla mano, la viola avrebbe meritato qualcosa in più specialmente per la mole di situazioni non sfruttate in area di rigore. Il Verona, con diverse assenze, strappa un punto pesantissimo grazie ad un giusto calcio di rigore guadagnato. Per il resto solito goal di uno spietato Piatek che dimostra ancora una volta di non aver perso il fiuto della rete.

Primo tempo: meno di dieci minuti di gioco e la Fiorentina è già in vantaggio. Al 9′ Terracciano rilancia su Ikonè che se ne va in contropiede e mette in mezzo: dopo un rimpallo Piatek controlla e, in girata, trova l’angolino vincente. Il vantaggio dura meno di dieci minuti, però, perchè al 18′ viene concesso un calcio di rigore al Verona. Su cross di Lazovic, Milenkovic sbaglia l’intervento e scalcia Lasagna: dagli undici metri Caprari non sbaglia spiazzando Terracciano. Il goal dà grande entusiasmo al Verona che al 26′ sfiora due volte il raddoppio ma prima Lasagna e dopo Simeone non trovano l’impatto vincente sulle giocate di Caprari. Al 37′ arriva il primo giallo sventolato a Gunter per fallo su Saponara. Poco dopo super Terracciano in uscita che si impone nell’uno contro uno davanti a Lasagna imbeccato da Ilic.

Secondo tempo: triplo cambio nella Fiorentina ad inizio ripresa. Mister Italiano inserisce Callejon, Sottil e Duncan per Ikoné, Saponara e Maleh. Al 51′ la viola sfiora la rete: cross di Biraghi e colpo di testa di Torreira che termina di poco a lato. Ancora il centrocampista protagonista al 57′ che si inserisce benissimo ma spara alto l’assist di Callejon. Poco dopo è il turno di Piatek che pecca di precisione sull’assist di Biraghi. Il Verona non riesce a tenere sulla spinta della squadra di casa e, al 64′, viene ancora graziato dal terzo inserimento di Torreira che manca la rete. Iniziia la girandola di cambi e, a un quarto d’ora dalla fine, Montipò deve allungarsi per deviare il tentativo di Callejon. La parte finale di gara si innervosisce con diversi interventi al limite ma la gara non si sblocca chiudendosi sull’1-1.

Author: webmaster

Leave a Reply

Your email address will not be published.